skip to Main Content
D. Lgs 231/01

Con delibera dell’Assemblea dei Soci del 20 Agosto 2021 la nostra società ha effettuato una revisione ed adeguamento del Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del decreto Legislativo 8 giugno 2001, N. 231 a fronte delle disposizioni concernenti il “whistleblowing“, ovvero l’eventuale denuncia di condotte illecite da parte dei dipendenti, introdotto con la legge n. 179 del 30 novembre 2017 («Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato»).

Il citato decreto prevede che, in caso di commissione di un reato da parte di un operatore aziendale, anche esterno, la società è chiamata a rispondere quale ente collettivo salvo non dimostrare di aver predisposto e attuato un modello organizzativo volto ad evitare tale condotte.

Il modello si compone quindi, oltre che del codice di condotta, di procedure tecniche operative a cui tutti gli operatori devono attenersi nello svolgimento delle loro mansioni. Il mancato rispetto delle procedure rende di fatto inefficace il modello medesimo, esponendo quindi la società al rischio di sanzioni derivanti dall’eventuale commissione di reati.

Pertanto, l’eventuale violazione delle procedure e dei protocolli aziendali è fonte di responsabilità contrattuale e come tale sanzionata.

La società dichiara che le copie del modello organizzativo ai sensi del D.L.gs 231/01 e degli Allegati sono depositate e consultabili presso la propria sede operativa e sul sito www.piazzisrl.com.

Organismo di Vigilanza della Piazzi srl: Odv.Piazzisrl@gmail.com

Back To Top